Le funzioni strumentali al POF sono rappresentate da docenti di riferimento per aree specifiche di intervento considerate strategiche per la vita dell’istituto; i docenti incaricati sono funzionali al POF, sono cioè risorse per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, e, per la propria area di intervento, svolgono attività di coordinamento, gestione e sviluppo. La normativa di riferimento è rappresentata dal CCNL 2002-05.

Art.30 CCNL 2002-05

(legittimazione delle funzioni strumentali)

FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA

Per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, la risorsa fondamentale è costituita dal patrimonio professionale dei docenti, da valorizzare per la realizzazione e la gestione del piano dell'offerta formativa dell'istituto e per la realizzazione di progetti formativi d'intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola…

segue art. 30

…Le funzioni strumentali sono Identificate con delibera del collegio dei Docenti in coerenza con il piano dell'offerta formativa che, contestualmente ne definisce criteri di attribuzione numero e destinatari. Le stesse non possono comportare esoneri totali dall'insegnamento e i relativi compensi sono definiti dalla contrattazione d'istituto.

Il Collegio dei Docenti dell’Istituto Pascoli-Pirandello di Castellammare del Golfo, a norma dell'art. 30 "Funzioni strumentali al piano dell'offerta formativa", del CCNL 2002-05, ha individuato per l’anno scolastico 2018/2019 quattro aree di lavoro per FUNZIONI STRUMENTALI al PTOF: 

AREA 1: Coordinamento del gruppo di studio per l’elaborazione e redazione degli aggiornamenti del P.T.O.F. - Verifica e valutazione della rispondenza fra P.T.O.F. e programmazione dei consigli di classe, interclasse, intersezione. - Monitoraggio e valutazione del Piano. - Rapporti con  enti ed istituzioni in relazione alla stesura e realizzazione del Piano, assegnata alla prof.ssa Rosalba Monticciolo

AREA 2: Organizzazione delle attività di formazione previsti dal P.T.O.F. - Coordinamento e supervisione dei laboratori e tecnologie della scuola. - Referente registro elettronico. - Catalogazione e archiviazione della documentazione relativa all’attività didattica della scuola. - Elaborazione schemi di programmazioni e relazioni finali, assegnata alla prof.ssa Vincenza Russo

AREA 3: Promuovere e incoraggiare il successo scolastico degli alunni attraverso l’inclusività. - Favorire la realizzazione di progetti volti a contrastare e ridurre il fenomeno della dispersione scolastica. - Monitorare le situazioni di disagio giovanile e predisporre le strategie più idonee per la riduzione dell’abbandono scolastico. - Curare i rapporti con l’equipe psico-medico- pedagogica dell’Asl; con Enti locali ed associazioni del territorio. - Favorire l’inserimento degli alunni disabili – DSA - BES. - Coordinare il GLI e i GLHO.  - Promuovere progetti per gli alunni disabili. - Predisporre materiale didattico e modulistica per la redazione dei PEI e del piano didattico personalizzato per gli allievi DSA e BES. - Rilevazione dei BES presenti nell’istituto. - Elaborazione di una proposta di Piano per l’Inclusività riferito a tutti gli alunni BES. - Proposta “organico Sostegno”, assegnata all'ins. Maria Messina e alla prof.ssa Giuseppa Curatolo

AREA 4: Coordinamento dei progetti legati alla continuità/orientamento. - Collaborazione all’organizzazione delle visite guidate e viaggi d’istruzione. - Coordinamento progetti d’Istituto. - Concorsi studenti. - Coordinamento e organizzazione manifestazioni scolastiche. - Rapporti e cura di progetti con Enti ed Istituzioni, assegnata al prof. Giuseppe Monticciolo

L'assegnazione delle funzioni strumentali alle rispettive aree e la designazione degli incarichi è stata approvata dal Collegio dei Docenti in seguito a richieste individuali e volontarie del personale docente.